piccole ballerine e calciatori crescono!

Scritto da: Silvia Bonacina In: Bomboniere e gift Su: martedì, febbraio 19, 2019 Commento: 0 Colpire: 101
Incoraggiamo i nostri cuccioli a coltivare i propri sogni e confezioniamo per loro una bomboniera speciale!

Eccoci qui di nuovo in prima linea per fare un tuffo nella storia e scoprire le origini della comunione. Quasi tutte noi da piccole siamo state battezzate e quindi introdotte ad un’educazione religiosa di stampo cattolico, per poi completare il nostro percorso spirituale celebrando la comunione e la cresima. Quello che forse non tutte sappiamo è che risulta possibile seguire lo stesso percorso anche in età adulta, quando si è raggiunta una maggiore consapevolezza di se stessi e della religione.

Ma facciamo un piccolo tuffo nel passato e scopriamo le sue origini: questo sacramento viene anche chiamato cena del Signore e, secondo il racconto biblico, è stata istituita da Cristo durante l’Ultima Cena. Da allora è stata ricordata da molte chiese, tra cui ovviamente quella cattolica. Quello che forse non tutti sanno è che Gesù ha sempre avuto un amore incondizionato per i bambini, dicendo che il regno di Dio dovrebbe essere accolto come un bambino se ne compiace. Fin dall’inizio la Chiesa cattolica Romana ha permesso ai bambini e ai neonati di prendere parte al pasto sacro e in alcune chiese era usanza dare ai più piccoli alcuni frammenti della COMUNIONE degli adulti. Il 15 Agosto del 1910 un decreto permise anche ai bambini di ricevere questo sacramento già all’età di sette anni (momento in cui, secondo il Papa, i bambini raggiungono l’età della discrezionalità).

Detto questo torniamo ai giorni nostri e, consapevoli di queste informazioni, pensiamo a come celebrarla nel migliore dei modi cercando di accontentare le richieste del nostro cucciolo. Se, infatti, qualche anno fa non si usava interpellare chi riceveva il sacramento, oggi anche le aziende che producono accessori per bomboniere si sbizzarriscono nell’ideare sacchettini, scatoline e accessori per rendere questo giorno un bellissimo ricordo per tutti.

Un esempio?

Per le nostre Principesse che da sempre sognano di diventare delle star e di esprimere se stesse attraverso la musica e il ballo niente di meglio se non piccole BALLERINE in ceramica dipinte a mano e disponibili in diverse pose: a queste si può legare con un piccolo nastrino in raso un sacchetto porta confetti, ricreando così l’effetto di un vero  e proprio tùtù.

Se, però, non amiamo gli accessori troppo grandi e impegnativi potremo optare per un grazioso portachiavi a forma di scarpetta impreziosito da un punto luce che richiami tutta l’eleganza e la delicatezza che la danza classica sa esprimere.

E per i nostri ometti?! Beh … quasi sempre già da piccoli vengono introdotti allo sport nazionale, ossia il CALCIOdai papà sempre più presi dalle partite in tv. Quindi è scontato che arrivati a scegliere la loro bomboniera i nostri cuccioli chiedano il tema calcio! E noi mamme siamo pronte ad accontentarli: un’idea potrebbe essere un simpatico portachiavi dipinto a mano che raffigura una scarpetta da calcio, con tanto di tacchetti, che ogni amico presente potrà portare con se ogni giorno a scuola attaccato allo zaino.

In alternativa una simpatica tazza raffigurante momenti di gioco fondamentali di ogni partita che aiuterà il nostro calciatore in erba a svegliarsi con il sorriso!

Le alternative sono davvero tante, ma tutte sono accomunate dai CONFETTI: con le mandorle, morbidi, ripieni di frutta o semplici al cioccolato poco importa … lo zucchero e la sapiente combinazione dei sapori saranno i veri protagonisti della nostra bomboniera creando così  un insieme perfetto e unico!

Commenti

Lascia il tuo commento

Notizie dal nostro Blog